Economia digitale: privacy, concorrenza e protezione del consumatore

Economia digitale, economia dei dati, economia degli algoritmi, scegliamo pure il termine che preferiamo, ma il concetto di base sempre quello è: “Data is the new oil” (“I dati personali sono il nuovo petrolio”). Il problema è che le aziende si sono accorte di questa nuova miniera d’oro già da tempo. Mentre, i proprietari dei dati, cioè noi, ancora siamo poco consapevoli della cosa.

Quali benefici (o svantaggi) deriveranno dalla rivoluzione digitale in atto sarà diretta conseguenza dell’(ab)uso da parte di aziende, e singoli individui, di questa nuova risorsa.

Perchè l’economia digitale contribuisca ad aumentare il benessere collettivo è essenziale trovare il corretto equilibrio tra un utilizzo dei dati personali, in linea con i principi di legge, e l’innovazione necessaria per creare nuovi prodotti e servizi. E’ necessario  comprendere come diritto alla protezione dei dati personali, diritto della concorrenza e i diritti dei consumatori possano interagire per aiutarci a fare un passo in questa direzione.

Internet e BigTech siamo noi

In questi tempi di Coronavirus molti ringraziano Google, Netflix, Amazon, Facebook e il resto della tecnologia perché ci intrattengono, ci permettono di lavorare, di rimanere connessi con il mondo esterno, insomma, rendono più sopportabile l’eremitaggio forzato.

Ma ricordiamoci che non è tutto oro quello che luccica. Il nostro interesse e quello dei Giganti del Web sono totalmente opposti. Noi vogliamo una tecnologia neutrale, al nostro servizio, che ci protegga dalle discriminazioni e dagli errori umani, e sotto il nostro controllo. Le società mirano a massimizzare il ritorno economico degli investimenti fatti.

Treno (ad alta velocità) o aereo: questo è il problema!

Se all’inizio del Novecento era il treno a dominare il trasporto passeggeri sulle lunghe distanze, l’espansione del trasporto aereo degli ultimi sessanta anni ha ribaltato la situazione. A seguito del miglioramento del servizio di trasporto di Alta Velocità, il servizio ferroviario sta tornando protagonista e punta a competere con l’aereo (e/o a diventarne partner commerciale).Continue reading “Treno (ad alta velocità) o aereo: questo è il problema!”

Privileged and confidential information – la vita di un avvocato

Tutti gli affari sembrano sempre così grandiosi finché non cominci a parlare con gli avvocati. (Andy Wharol) Rassegnatevi! L’avvocato aiuta chi si vuole approfittare del prossimo, e difende il prossimo approfittato. Svolgiamo un servizio di pubblica utilità! Ma siamo una razza a parte, concordo! Ci perdiamo in discorsi che fanno venire il latte alle ginocchia allaContinue reading “Privileged and confidential information – la vita di un avvocato”

Dubbi deontologici del nuovo millennio: non sei l’unico ad avere accesso alla tua casella di posta elettronica!

Chi di noi non si è indignato a scoprire che i genitori avevano letto il nostro diario segreto? Chi non si altera quando la dolce metà osa sbloccare il nostro cellulare e spulciarne il contenuto? Chi non grida allo scandalo e alla violazione dei nostri diritti quando salta fuori che agenzie governative ci spiano senzaContinue reading “Dubbi deontologici del nuovo millennio: non sei l’unico ad avere accesso alla tua casella di posta elettronica!”

Il diritto alla privacy a scuola*

Il diritto alla privacy deve essere rispettato nell’ambiente scolastico, sia dall’istituto che dagli studenti. Le scuole sono tenute a comunicare l’informativa nel rispetto dell’articolo 13 GDPR, e  ogni interessato può esercitare i diritti previsti dal Regolamento e cioè accesso, rettifica, cancellazione, limitazione, portabilità e opposizione. Nell’invio di circolari o comunicazioni scolastiche bisogna evitare di rivelareContinue reading “Il diritto alla privacy a scuola*”

La protezione dei dati personali in punto di legge*

Negli ultimi cinquant’anni la percezione su quali tipi di informazioni vogliamo restino private è notevolmente cambiata. Un tempo, sulla piazza del paese, si spettegolava delle informazioni carpite spiando i vicini dalla finestra. Oggigiorno, grazie ad internet, possiamo conoscere e divulgare vita, morte e miracoli di chiunque, compresi quelli di noi stessi, in pochi secondi. SebbeneContinue reading “La protezione dei dati personali in punto di legge*”

Anche se la guerra sembra persa, vale la pena combattere ogni singola battaglia*

Immaginare una vita in cui non ci leviamo il dubbio di quale sia la capitale dello Sri Lanka chiedendo a Google ci sembra impossibile adesso. Come non potremmo più vivere senza Netflix, o lo shopping a mezzanotte. Insomma, siamo ben disposti a sacrificare un po’ della nostra  privacy per continuare a sfruttare i vantaggi diContinue reading “Anche se la guerra sembra persa, vale la pena combattere ogni singola battaglia*”

Il buono e il brutto del tracking su internet*

La maggior parte dei servizi offerti in rete è gratuita. Non paghiamo un centesimo  al motore di ricerca per rispondere alle nostre domande. Non spendiamo un euro per rimanere connessi ad amici e parenti sparsi in ogni parte del globo attraverso email e social network. Facciamo acquisti online senza costi aggiuntivi, anzi spesso il costoContinue reading “Il buono e il brutto del tracking su internet*”

Quali informazioni Google&Co conoscono di te*

Gli annunci pubblicitari e le notizie che appaiono sulle pagine che visitiamo e sui nostri profili social dipendono da cosa guardiamo su internet o da quello che la cerchia dei nostri contatti guarda. Le informazioni non vengono raccolte solamente quando siamo collegati su Facebook o YouTube. Per esempio, Facebook raccoglie informazioni anche al di fuoriContinue reading “Quali informazioni Google&Co conoscono di te*”